L’accordo Apple nel caso giudiziario degli sviluppatori non ridurrà il calore politico

0
0

È improbabile che il ramo d’ulivo di Apple ai piccoli sviluppatori, annunciato giovedì sera tardi come proposta di risoluzione della causa, lo protegga dal crescente calore normativo a Washington e in tutto il mondo, secondo le interviste di venerdì.

I democratici che hanno proposto un disegno di legge per regolamentare sia gli app store di Apple sia quelli di Google affermano che le modifiche proposte dall’azienda – che devono ancora essere approvate dal giudice federale incaricato del caso – sono insufficienti e vogliono ancora portare avanti la legislazione per garantire una concorrenza leale sugli smartphone.

I regolatori europei che hanno annunciato un’azione antitrust contro Apple per il suo presunto soffocamento della concorrenza nel settore dello streaming musicale hanno affermato che valuterà l’annuncio di Apple tenendo conto di ciò. Ciò avviene in mezzo a più ampi sforzi normativi all’estero, poiché i legislatori della Corea del Sud hanno recentemente presentato un disegno di legge che vieterebbe ad Apple e Google di costringere gli sviluppatori a pagare commissioni sugli acquisti in-app.

Gli sviluppatori di lunga data che hanno criticato le pratiche di Apple, tra cui Match e Spotify, hanno affermato che l’accordo non è riuscito a risolvere le loro preoccupazioni principali sul blocco da parte di Apple delle app che desiderano distribuire tramite l’App Store. Tim Sweeney, CEO di Epic, che produce il popolare gioco Fortnite, ha promesso di continuare a “combattere” in una sfida legale separata e di alto profilo alle pratiche dell’App Store del gigante degli smartphone.

Apple ha annunciato giovedì che avrebbe allentato le regole per gli sviluppatori che utilizzano il suo App Store come parte di un potenziale accordo di class action, in particolare consentendo loro di informare i clienti iPhone e iPad dei metodi di pagamento al di fuori dell’App Store ufficiale, aggirando così la commissione che Apple estratti dagli sviluppatori.

READ  La città di Londra recupera il calore generato sui treni della metropolitana per riscaldare la sua popolazione

L’accordo proposto è arrivato in risposta a una causa intentata nel 2019 da avvocati che rappresentano piccoli sviluppatori, tra cui Donald R. Cameron, sviluppatore dell’app iOS per la denominazione dei bambini, e Richard Czeslavsky, presidente di Pure Sweat Basketball, che sta svolgendo l’esercizio. Applicazione. Se approvato, la classe di transazione sarà composta da circa 67.000 sviluppatori che guadagnano meno di 1 milione di dollari in transazioni all’anno sull’App Store.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here