Covid 19: Rafforzare le restrizioni sui voli dei “cattivi studenti”

0
1

Ha spiegato che la variante delta è sotto forma di un recente aumento del numero di contaminanti che sono “due volte più contagiosi del ceppo storico”, ma il vaccino consente di ricoverare tenendo a bada forme gravi di Covid-19. Yastan Yastanbana Direttore dell’Agenzia per le malattie emergenti ANRS e del Consiglio scientifico e Direttore dell’informazione in Francia Pichat è il capo del dipartimento di malattie infettive dell’ospedale.

Secondo lui, la tessera sanitaria, l’esame e l’aumento delle vaccinazioni “potrebbero probabilmente contribuire al peggioramento osservato di dieci giorni”. In particolare, ha sottolineato, il vaccino “ci protegge molto”. “I rischi degli effetti collaterali del vaccino” diminuiscono nel tempo: “I rischi sono molto inferiori rispetto ai benefici del vaccino”, ha affermato.

Il vaccino aiuta ad evitare “forma acuta”, “elevata efficacia di ritenzione”, “quasi il 90%”, sebbene non vi sia alcuna protezione contro il delta. D’altra parte, la protezione contro l’infezione è in calo: una persona è vaccinata ma la vittima protegge il 50% da un’altra, ha detto, “e questo non è male”. I vaccini RNA, Pfizer e Moderna sono molto efficaci.

“Dobbiamo continuare a rispettare e continuare a testare le molte barriere”, ha detto. Per quanto riguarda gli esperimenti sui salari, “dobbiamo stare attenti”, ha ammonito, stimando “contromissioni” in questo caso, ma “ci sono molte sottigliezze”, ha detto. Ci saranno prove di riposo. “Abbiamo quasi il 90% dei pazienti non vaccinati nell’unità di terapia intensiva”, ha affermato Yastan Yastanbana.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here